MUSCARITOLI MAURIZIO

Professore Ordinario 
Settore scientifico disciplinare di riferimento  (MED/09)
Ateneo Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" 
Struttura di afferenza Dipartimento di MEDICINA CLINICA 
Recapiti Elenco recapiti telefonici

Orari di ricevimento

ricevimento su appuntamento tramite email o telefonando al numero 06 49972016

Curriculum

A) INFORMAZIONI GENERALI
Nato nel 1958 a Torino
È sposato e ha due figli
Indirizzo e-mail maurizio.muscaritoli@uniroma1.it
Telefono UFFICIO: 06 4997 2016;
B) POSIZIONE ACCADEMICA
Settore Concorsuale dal 12/10/2011 06/B1 - Medicina Interna
Settore Scientifico Disciplinare dal 19/01/2001 MED/09 - Medicina interna
Qualifica attuale: Professore Ordinario
Anzianità nel ruolo 08/03/2016
Sede universitaria Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" Dipartimento di Medicina Clinica
Posizioni ricoperte precedentemente nel medesimo ateneo o in altri:
 dal 29/12/1989 Ricercatore universitario Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"
 dal 01/11/2002 Professore II fascia Università degli Studi di ROMA "La Sapienza"
Ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore di I fascia 06/B1 - Medicina Interna nella tornata 2012.
C) FORMAZIONE ACCADEMICA E PROFESSIONALE; ATTIVITÀ CLINICA
Nel 1976 ha conseguito il diploma di maturità classica con la votazione di 60/60.
Nel 1976 si è iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’ Università di Roma La Sapienza.
Dal 1980 ha frequentato come studente interno l’Istituto di Clinica Medica Generale e Terapia Medica III dell' Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (Direttore il Prof. G.Giunchi).
Nel luglio del 1982 ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università di Roma con voti 110/110 e lode, discutendo la tesi sperimentale dal titolo: "Valore dell'aminoacidogramma plasmatico nella diagnosi delle epatopatie croniche", relatore il chiar.mo Prof. Giuseppe Giunchi.
Nel novembre 1982 ha superato l' Esame di Stato per l'abilitazione alla professione di medico chirurgo.
Nel novembre 1982 si è iscritto alla scuola di Specializzazione in Medicina Interna III dell'Università di Roma “La Sapienza (Direttore il Prof. G.Giunchi).
Dall'ottobre 1983 al gennaio 1985 ha espletato il servizio militare di leva in qualità di ufficiale medico.
Nel luglio 1987 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Medicina Interna con voti 70/70 e lode, discutendo la tesi sperimentale dal titolo “Intolleranza ai lipidi esogeni in pazienti affetti da neoplasia”, relatore il Prof. F. Rossi Fanelli.
Nel Luglio del 1991 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Nefrologia (Direttore il Prof. L. Bonomo) con voti 70/70 e lode, discutendo la tesi sperimentale dal titolo “Effetti della somministrazione orale di una miscela di aminoacidi essenziali nella insufficienza renale cronica”, relatore il Prof. F. Rossi Fanelli.
Nel 1989 è risultato vincitore di un concorso per Ricercatore Universitario presso l’ Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nel 1991-92 è stato Research Fellow della State University of New York, a Syracuse, NY, USA, presso il Surgical Metabolism and Nutrition Laboratory, diretto dal Prof. Michael M.Meguid.
Nel 1994 è stato immesso nel ruolo dei Ricercatori confermati nel raggruppamento F07A Medicina Interna presso la Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con decorrenza dal 12/02/93.
Dal 2002 è stato Professore Associato di Medicina Interna; attualmente Professore Associato Confermato di Medicina Interna presso il Dipartimento di Medicina Clinica, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Dal 2016 è Professore Ordinario di Medicina Interna presso il Dipartimento di Medicina Clinica, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
Ha svolto, sin dal periodo in cui era studente interno, attività clinica presso i reparti di degenza della Divisione di Clinica Medica III sotto le Direzioni del Prof. G. Giunchi prima e del Prof. L. Bonomo poi. Ha altresì ricoperto il ruolo di vice- e capo-reparto presso la Divisione di Patologia Medica II sotto la Direzione del Prof. F. Rossi Fanelli.
Ha continuativamente svolto attività clinico-assistenziale nell'ambito della Medicina Interna come Dirigente Medico inizialmente presso la Clinica Medica III (ora Dipartimento di Medicina Clinica) dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza “ con la qualifica assistenziale di:
- assistente dal 14/12/1990 c/o la Divisione di Clinica Medica III;
- assistente dall’ 1/1/1991 c/o il S.S. Nutrizione Clinica;
- aiuto dall’ 1/11/1993 c/o il S.S. Nutrizione Clinica;
- Responsabile UOD Coordinamento Attività di Nutrizione Clinica, presso il Dipartimento di Medicina Clinica/DAI Di Medicina Interna, Immunologia Clinica, Nutrizione Clinica ed Endocrinologia. L'Unità operativa è un importante punto di riferimento a livello regionale e nazionale nel campo della Nutrizione Clinica e della Nutrizione Artificiale, ospedaliera e domiciliare dal 2008 al 2016;
- Direttore f.f. UOC Medicina Interna e Nutrizione Clinica c/o DAI di Medicina Interna e Malattie Infettive da Dicembre 2016 ad oggi.
D) ATTIVITÀ SCIENTIFICA
L’attività scientifica, essenzialmente di tipo clinico-traslazionale e congrua con il settore Scientifico-Disciplinare della Medicina Interna, inizia durante il periodo degli studi universitari quando il Dott. Muscaritoli era allievo presso il Laboratorio di epatologia della Clinica Medica III dell'Università di Roma “La Sapienza”. In questo periodo ha appreso importanti metodiche biochimiche per il dosaggio degli aminoacidi plasmatici e liquorali mediante cromatografia a scambio ionico, fornendo il proprio contributo alle ricerche in corso sulle modificazioni del profilo degli amino acidi in pazienti affetti da cirrosi epatica. In particolare, l'attenzione della ricerca è stata volta all'analisi dei rapporti esistenti fra le alterazioni della omeostasi aminoacidica e le alterazioni neurologiche in corso di epatopatia cronica.
Nel 1983 ha collaborato alla istituzione del Laboratorio di Nutrizione Clinica della Clinica Medica III dell'Università di Roma. Da tale periodo ha indirizzato l'attività di ricerca nel campo della Fisiopatologia della Nutrizione curando alcuni aspetti quali l'anoressia e le alterazioni metaboliche che caratterizzano numerose condizioni morbose di larga diffusione quali l'insufficienza epatica, l'insufficienza renale, la malattia neoplastica.
Nel periodo trascorso negli Stati Uniti la attività di ricerca si è sviluppata nell'ambito delle alterazioni metaboliche indotte nell'animale da esperimento dalla presenza di neoplasia. In particolare, gli esperimenti condotti hanno dimostrato che durante la crescita di un sarcoma nei ratti Fischer, si verificano assai precocemente delle alterazioni del profilo degli amino acidi plasmatici, primo fra tutti il triptofano libero. Queste osservazioni hanno dimostrato per la prima volta come le interazioni fra il tumore ed il metabolismo proteico dell'ospite siano presenti sin dalle primissime fasi della crescita neoplastica. Tali risultati, che hanno costituito la necessaria conferma in un modello sperimentale delle alterazioni già descritte nell'uomo, potrebbero essere in futuro utilizzate come marcatori della presenza o della recidiva di neoplasia nell'uomo. Inoltre, i dati ottenuti sembrano confermare l'importante ruolo giuocato dal sistema serotoninergico nelle alterazioni del comportamento alimentare caratteristiche della malattia neoplastica.
Nello stesso periodo, utilizzando il medesimo modello animale, è stata valutata la composizione in nucleotidi muscolari in corso di crescita neoplastica, al fine di verificare se possibili modificazioni della composizione muscolare possano essere alla base della diminuita performance muscolare osservata in presenza di neoplasia. I dati ottenuti in questi studi hanno dimostrato che la presenza di neoplasia influenza in maniera significativa il metabolismo dei nucleotidi nelle fibre muscolari lente sottoposte ad intensa stimolazione.
L’ esperienza acquisita nella gestione delle risorse animali ha consentito nello stesso periodo di mettere a punto un metodo per la determinazione della composizione corporea del ratto di estrema utilità per gli studi di carattere
nutrizionale. Tale metodica, che ha dimostrato una elevata accuratezza, ha permesso di derivare tre differenti equazioni predittive per la determinazione dei diversi compartimenti corporei (massa magra, massa grassa, acqua) sfruttando una sola misurazione densitometrica della carcassa del ratto. Conclude la serie di esperienze svolte durante il soggiorno negli Stati Uniti, una serie di ricerche volte a chiarire, sempre in un modello animale, la dinamica della insorgenza e risoluzione di una delle più frequenti e gravi complicanze cliniche della nutrizione parenterale totale, la sepsi da catetere venoso centrale.
Più recentemente l'attenzione della ricerca sul piano clinico si è rivolta allo studio delle alterazioni metabolico-nutrizionali nei pazienti affetti da neoplasie onco-ematologiche. Le ricerche in questo campo, condotte in stretta collaborazione con la Cattedra di Ematologia della Università La Sapienza di Roma, sono state finalizzate al raggiungimento di diversi obiettivi: 1) la più approfondita conoscenza delle alterazioni metaboliche indotte dalla presenza di neoplasie ematologiche sul metabolismo intermedio dell’ospite; 2) la realizzazione di protocolli di nutrizione artificiale che, sfruttando le note interferenze fra alcuni componenti nutrizionali ed i meccanismi coinvolti nella recidiva di malattia leucemica, possano influenzare positivamente la prognosi di pazienti sottoposti, e non, a trapianto di midollo osseo; 3) il miglioramento della tolleranza ai regimi di radio-chemioterapia ad alte dosi, attraverso la somministrazione di specifici substrati nutrizionali.
Negli ultimi 10 anni l'attività di ricerca si è maggiormente concentrata sullo studio della alterazioni metabolico-nutrizionali in corso di malattie croniche, con particolare riferimento alla malattia oncologica. Sono di questo periodo gli importanti risultati ottenuti nello studio dei meccanismi molecolari alla base della perdita di massa muscolare caratteristici della cachessia neoplastica e di altre forme di perdita di massa e funzione muscolare (sarcopenia) inclusa la sarcopenia dell'anziano. Le ricerche condotte in questo campo hanno consentito di comprendere come i presupposti biochimici e molecolari della cachessia oncologica siano posti molto precocemente nel corso della malattia neoplastica ed hanno in gran parte rivoluzionato l'atteggiamento clinico nei confronti della cachessia neoplastica, che oggi, grazie a questi avanzamenti nella conoscenza, si configura come una complicanza del cancro sempre più efficacemente prevenibile. A questo proposito appare di notevole rilievo dal punto di vista clinico-terapeutico l’elaborazione del concetto originale di “Percorso Parallelo” metabolico-nutrizionale nel malato oncologico. Tale innovativo approccio al malato oncologico, presuppone che l’attenzione alla prevenzione, diagnosi e trattamento della malnutrizione e della cachessia neoplastica sia posta sin dal momento della diagnosi di malattia oncologica e venga proseguita durante tutto il periodo di follow-up clinico del malato. La rilevanza clinica di queste ricerche, condotte sia nel modello sperimentale che nell'uomo, è legata alla dimostrazione che la caratteristica fenotipicamente più rilevante della malnutrizione da malattia è rappresentata dalla perdita di massa muscolare scheletrica, con conseguente aumento della morbilità, della mortalità e della tossicità associata ai trattamenti terapeutici, ad esempio le terapie antineoplastiche. La progressiva perdita di massa muscolare, infatti, non solo si associa a ridotta mobilità, perdita di autonomia ed aumento della fragilità del paziente, soprattutto se anziano, ma si associa anche and una profonda alterazione delle diverse funzioni metaboliche del tessuto muscolare, con notevoli implicazioni sistemiche.
E) ATTIVITÀ DIDATTICA
A) INCARICHI PRESSO LA INTERNATIONAL MEDICAL SCHOOL (Course "F")
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA
1) Course Coordinator Basic Medical Scientific Methods (BMSM I), I year, I Semester
2) Teacher of Internal Medicine BMSM I, I year, I Semester
3) Semester Coordinator, I Semester II Year
4) Teacher of Internal Medicine BMSM III, II year, I Semester
B) INCARICHI DI INSEGNAMENTO PRESSO LA FACOLTÀ DI MEDICINA ED ODONTOIATRIA
SAPIENZA - UNIVERSITA' DI ROMA
1) Medicina Interna nel C.I. Metodologia Medico-Scientifica II, Corso di Laurea “B” (fino al 2012-2013)
2) Medicina Interna nel C.I. Metodologia Medico-Scientifica III, Corso di Laurea “B”
3) Medicina Interna nel C.I. Metodologia Medico-Scientifica IV, Corso di Laurea “B”
4) Medicina Interna nel C.I. Med. Int. Chir Gen. e Geriatr. II, Corso di Laurea “B”
C) INCARICHI DI INSEGNAMENTO PRESSO LA FACOLTÀ DI MEDICINA e FARMACIA
SAPIENZA - UNIVERSITA' DI ROMA
1) Membro del Comitato Ordinatore e docente di Medicina Interna, Scuola di Specializzazione in Medicina Interna(Coordinatore Prof. Sebastiano Filetti)
2) Membro del Consiglio Didattico Scientifico e Docente del Master II Livello in Nutrizione Clinica e Metabolismo, Dip. Medicina Clinica (Direttore Prof. Filippo Rossi Fanelli)
3) Docente di Medicina Interna, Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione
D) INCARICHI DI INSEGNAMENTO PRESSO LA FACOLTÀ DI MEDICINA e PSICOLOGIA
SAPIENZA - UNIVERSITA' DI ROMA
1) Nutrizione nel paziente Oncologico, Scuola di Specializzazione in Oncologia
E) INCARICHI DI INSEGNAMENTO PRESSO IL CORSO DI LAUREA TRIENNALE I LIVELLO AREA T/A DIETISTA SAPIENZA - UNIVERSITA' DI ROMA
1) Medicina Interna nel C.I Dietologia-Dietoterapia II anno II semestre
F) ATTIVITA' IN DOTTORATO DI RICERCA SAPIENZA - UNIVERSITA' DI ROMA
1) E' membro del Collegio dei Docenti e svolge attività di Tutor nell'ambito del Dottorato di Ricerca In "Tecnologie Biomediche in Medicina Clinica" (Direttore Prof. Sebastiano Filetti)
F) ATTIVITÀ EDITORIALE
1) Partecipazione a comitati editoriali di riviste
 CLINICAL NUTRITION - Editorial Board Member 01/2006 – ad oggi
 NUTRITION - EUROPEAN CO-EDITOR 03/2009 12/2012
 NUTRITION - EDITORIAL BOARD MEMBER 03/2009 10/2013
 Rivista Italiana di Nutrizione Parenterale ed Enterale (RINPE) - Membro Comitato Editoriale 05/1994-03/2000
 NUTRITIONAL THERAPY AND METABOLISM - ASSOCIATE EDITOR 01/2006 – ad oggi
 JOURNAL OF NUTRITION AND METABOLISM - Editorial Board Member 04/2009 - ad oggi
 JOURNAL OF CACHEXIA SARCOPENIA AND MUSCLE - Associate Editor 06/2011 – ad oggi
 INTERNAL AND EMERGENCY MEDICINE - Editorial Board Member 01/2010 ad oggi
 INTERNAL AND EMERGENCY MEDICINE- Associate Editor: 01/2012 ad oggi
2) Direzione Scientifica di Riviste
 RIVISTA ITALIANA DI NUTRIZIONE PARENTERALE ED ENTERALE (RINPE). Organo
ufficiale della Società Italiana di Nutrizione Parenterale ed Enterale (SINPE) 04/2000 12/2005
 FRONTIERS IN CLINICAL NUTRITION, dal 2106
3) Revisore per le seguenti Riviste Scientifiche Internazionali peer-reviewed:
 Journal of Parenteral and Enteral Nutrition (JPEN)
 Nutrition Journal
 Journal of Applied Physiology
 Expert Opinion in Biological Therapy
 Aging Health
 Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics
 International Journal of Endocrinology
 World Journal of Gastroenterology
 Future Oncology
 Journal of Clinical Gastroenterology
 Journal of Crohn's and Colitis
 Journal of Diabetes and Metabolism
 The Lancet
 PlosOne
 Journal JNHA - The Journal of Nutrition, Health and Aging
 Archives of Gerontology and Geriatrics
G) ALTRE ATTIVITA' EDITORIALI SCIENTIFICHE
 E' stato tra gli estensori delle Linee Guida della Società Italiana di Nutrizione Parenterale ed Enterale (SINPE) per l'impiego della Nutrizione Artificiale nel Paziente ospedalizzato (1995 e 2002) e nel paziente domiciliare (1998).
 E' stato tra gli estensori delle Linee Guida della European Society of Clinical Nutrition and Metabolism (ESPEN): ESPEN Guidelines on Enteral Nutrition: Non-surgical oncology (2006); ESPEN Guidelines on Parenteral Nutrition: Non-surgical oncology (2009);
 E' tra gli estensori delle Linee Guida della European Society of Clinical Nutrition and Metabolism (ESPEN): ESPEN Guidelines in Oncology di prossima pubblicazione (2015).
H) CARICHE IN SOCIETA' SCIENTIFICHE
 Dal 1991 al 1999 e' stato Revisore dei Conti e poi membro del Consiglio Direttivo della Societa' Italiana di Nutrizione Parenterale ed Enterale (SINPE, oggi Società Italiana di Nutrizione Artificiale e Metabolismo
 Dal 2005 al 2009 è stato Presidente della Società Italiana di Nutrizione Parenterale ed Enterale (SINPE), oggi Società Italiana di Nutrizione Artificiale e Metabolismo
 Dal 2008 al 2010 è stato Consigliere della Sezione Lazio-Molise della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI)
 Coordinatore del Nutrition Education Study Group (NESG) della European Society of Clinical Nutrition and Metabolism (ESPEN)
 Membro del gruppo intitolato "ESPEN Initiative on Diagnostic Criteria for Undernutrition (EDU)" in seno alla European Society of Clinical Nutrition and Metabolism
 Chairman dello "Special Interest Group (SIG) Cachexia-Anorexia in Chronic Diseases" della European Society of Clinical Nutrition and Metabolism (ESPEN)
 E' responsabile del Modulo "Nutrition in Disease Prevention nell'ambito dell'ESPEN LLL (Life-Long-Learning) in Clinical Nutrition e vi svolge attività di docente
 Dal giugno 2015 è Presidente della Società Italiana di Nutrizione Clinica e Metabolismo (SINuC)
 Dal 2016 è Presidente Eletto della Sezione Lazio Molise della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI)
I) ALTRI INCARICHI DI CARATTERE MEDICO-SCIENTIFICO
 E' stato componente Consulta sulle Malattie Neuromuscolari, istituita con Decreto Ministeriale del 27 febbraio 2009.
 E' stato Membro della Commissione Medico-Scientifica della Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica(AISLA).
 Membro del Gruppo di Lavoro Regionale NAD Nutrizione Artificiale Domiciliare, Presso la Regione Lazio, dalla data di istituzione (2002) ad oggi.
 Dal 2004 ad oggi, Segretario Scientifico del Congresso Annuale "Giornate Romane di Medicina Clinica" (Presidente Prof. Filippo Rossi Fanelli).
 Dal 2009 al 2015 è stato Co-Direttore (insieme al Prof. Gianni Biolo, Università di Trieste) dei Corsi Residenziali a cadenza annuale intitolati "La Nutrizione Clinica Incontra" (2009 Oncologia; 2010 Diabetologia; 2011 Medicina d'Urgenza, 2012 Cure Palliative; 2013 Geriatria; 2014 Nefrologia; 2015 Gastroenterologia).
 Membro del Comitato Tecnico per la Nutrizione e la Sanità Animale sezione per la Dietetica e la Nutrizione per il del Ministero della Salute - Direzione Generale per l’Igiene la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione dal 2016 ad oggi.
L) PARTECIPAZIONE A CONGRESSI IN QUALITA' DI RELATORE
 Dal 1989 ad oggi è stato relatore su invito a oltre 300 Congressi in ambito nazionale ed internazionale su argomenti relativi alla propria attività di ricerca e clinica (Nutrizione Clinica e Metabolismo)