SAVIANO GIOVANNA

Ricercatore 
Settore scientifico disciplinare di riferimento  (GEO/09)
Ateneo Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" 
Struttura di afferenza Dipartimento di INGEGNERIA CHIMICA, MATERIALI, AMBIENTE 
Recapiti Elenco recapiti telefonici
E-Mail Giovanna.Saviano@uniroma1.it

Orari di ricevimento

martedì dalle 14:30 alle 17:30

Curriculum

Ha conseguito la Laurea presso l'Università degli Studi di Napoli “Federico II” il 29-11-85 in Scienze Geologiche con la votazione 110 con lode.
Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Chimica, dei Materiali, delle Materie Prime e Metallurgia presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" il 6 settembre 1991.
Negli aa.aa 1991/92 e 1992/93 è stata ammessa all’attività di ricerca di Postdottorato nel Settore di Ingegneria dei Materiali delle Materie Prime e Metallurgia.
E’ ricercatore confermato nel gruppo disciplinare GEO/09 nella Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", dal 01.03.1997, presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali e Ambiente (al tempo Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali, delle Materie Prime e Metallurgia).
Dal 2004 è associata presso la Struttura dei Laboratori Nazionali di Frascati, dove collabora con il Gruppo 1.
Dal 2007 è associata al CERN dove collabora nell’esperimento CMS all’LHC.
Dal 2005 al 2007 è coordinatore dell’unità di Roma “La Sapienza” nel PRIN: “Le cave "continue": caratterizzazione merceologica delle rocce ornamentali laziali dal passato al presente”, ed è responsabile scientifico di un assegno di ricerca biennale, finanziato dal Comune di Cisterna di Latina
direttore del Museo di Arte e Giacimenti Minerari con decreto rettorale dal 2005 al 2008. Nell’ambito delle attività di divulgazione del Gruppo dei Musei dell’Ateneo “La Sapienza” ha curato negli anni precedenti sia la redazione di un catalogo che la preparazione di due mostre presso il rettorato. Ha organizzato per il Museo scuole estive, seminari e workshop ed ha aperto una collana dal titolo:" Letture di Georisorse e Ambiente".
autore di numerosi articoli e contributi a congressi sia nazionali che internazionali

Attività scientifica
tematiche di ricerca
Giacimenti minerari: modellizzazione delle risorse, metalli rocce e minerali industriali. Studi su depositi di rame e oro, mineralizzazioni tipo BIF e Caolino sono stati realizzati su depositi e manifestazioni dell’Angola meridionale nell’ambito di un progetto di cooperazione italo-angolana. Depositi di Fe e Mn con anomalie aurifere dell’Argentario e di P.S.Pietro (Lazio sett. Toscana meridionale).
Rocce ornamentali: Tesi di dottorato sui calcari miocenici dell’area appenninica meridionale, studi di prospezione sul Complesso del “Granito Nero” dell’Angola, del Granito sardo e del Travertino romano. Sulle risorse lapidee storiche del Lazio meridionale nell’ambito di un progetto PRIN dal titolo: Le cave "continue": caratterizzazione merceologica delle rocce ornamentali laziali dal passato al presente”
Recupero di metalli: studi sul recupero di oro da scarti di lavorazione orafa. Sono stati analizzati , mediante acquisizione di microfotografia SEM per successive analisi d’immagine, i prodotti raccolti dagli scarti della lavorazione e della pulitura di oggetti in oro da laboratori artigiani orafi.
Minerali/Ambiente: caratterizzazione di zeoliti sarde provenienti dall’area di Romana, e di quelle albanesi su cui è stata sviluppata una tesi di dottorato in collaborazione con l’Università di Tirana. Sono in corso di studio le zeoliti dell’area romana della via Tiberina, tufi e pozzolane provenienti dall’area del Lazio meridionale.
Archeometria: analisi di numerosi reperti provenienti dall’area Veientana e dal tempio etrusco di Pyrgi, sono stati studiati due grossi complessi di campioni: un gruppo di reperti fittili con terrecotte architettoniche, ceramiche, buccheri ed un altro di manufatti in metallo con numerosi frammenti di reperti in piombo, ferro, rame, leghe polimetalliche e bronzei.
Fibre ottiche (FBG): nell’ambito di un progetto PRIN dal titolo ”Sistemi di monitoraggio strutturale e termico in fibra ottica nel campo di temperature da 4°K a 2100°K. Sono state realizzate prove preliminari di applicazioni di fibre ottiche (FBG) al monitoraggio di rocce, nel caso specifico di campione di tufo giallo zeolitizzato della Via Tiberina e di tufo “rosso a scorie nere”.
Tomografia 3D: nell’ambito del progetto “Btev” presso i laboratori dell’INF di Frascati contributo a test preliminari mediante microtomografo per l’analisi di deformazioni su componenti di rivelatori di particelle subatomiche.
CMS presso LNF_INFN e CERN: studio sugli inquinanti e caratterizzazione dei filtri utilizzati (zeolitici e metallici) nel sistema CL (Closed Loop) per la purificazione delle miscele di gas impiegate nei rivelatori di particelle di alte energia nell’esperimento CMS (Compact Muon Solenoid) all’LHC (Large Hadron Collider) del CERN di Ginevra.
CMS GEM ed RPC presso LNF_INFN e CERN: La caratterizzazione dal punto di vista ingegneristico dei materiali costituenti i rivelatori GEM (Gas Electron Multipliers) e RPC (Resistive Plate Chambers) è stata portata avanti nell’ambito della collaborazione ed ha permesso la raccolta ed analisi di dati importanti sia dal punto di vista della costruzione delle camere che dal punto di vista della longevità e resistenza ai diversi agenti presenti (radiazioni, gas, tensionamenti).
E’ stata avviata, nell'ambito di un dottorato di Ricerca, anche la sperimentazione di nuovi materiali da proporre in una fase avanzata di upgrade dei rivelatori GEM (Gas Electron Multiplier). Gli studi ed i test sono stati sviluppati in collaborazione con i laboratori del CERN, presso laboratori del Dipartimento e in vari e strutture a Frascati, e mirano alla realizzazione di un materiale che abbia le caratteristiche tecnologiche di resistenza alle radiazioni, di resistività e di flatness indispensabili per questo tipo di rivelatori.
Collaborazioni continuative con: Laboratori Nazionali di Frascati, presso i laboratori: ASTRA e LUCE LAB.; presso il “Materials Metrology and NDT lab”, la Gamma Facility Irradiation, GIF++ e presso la “Surface Coatings and Chemistry section” (SCC), TE/VSC) della sezione “Engineering Department “al CERN e con il Politecnico di Torino.



Attività didattica
Nell’a.a 1996-97: ha svolto attività didattica seminariale per i corsi di Geologia e Giacimenti Minerari (vecchio ordinamento) nel Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza". Ha inoltre svolto nello stesso anno esercitazioni nel corso di Geologia del Diploma in Ingegneria per l'Ambiente e le Risorse presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza"-sede di Latina.
Nell’a.a 1999-00 ha ricevuto l’incarico per la supplenza nel corso di Geologia nel Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza (vecchio ordinamento).
Nell’anno 2002, nell’ambito del Progetto I.F.T.S. “Tecnico Impatto Ambientale”- Determinazione del Direttore del Dipartimento Scuola, Formazione e Politiche per il Lavoro del 27/03/2001 n. 252 pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 12 della Regione Lazio del 30/04/2001 ha ricevuto l’incarico di docente nel corso di Chimica ed Ambiente.
Nell’anno 2003 nell’ambito del Progetto I.F.T.S. “Tecnico Esperto Monitoraggio Ambientale” Regione Lazio-Determinazione della Direzione Generale Istruzione e Diritto allo Studio del 14/01/2003, ha ricevuto incarico di docente nel corso di Chimica dell’Ambiente.
Negli aa.aa dal 2001 al 2006 ha ricevuto l’incarico di supplenza per il corso di Georisorse Minerarie nell’ambito del Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza, sede di Latina.
Negli a.a a.a dal 2005 al 2007 ha ricevuto l’incarico di supplenza per il corso di Geologia nel Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza, sede di Latina dove tutt’ora insegna. Geologia dell’ambiente e delle risorse.
Attualmente docente del corso di Geologia dell’Ambiente e delle Risorse del Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza, sede di Latina.

Attività Museale
Ha partecipato ai lavori della Commissione dei Musei d’Ateneo fin dal 1997. Direttore dal 2005 al 2008. Ha curato l’allestimento di mostre collettive insieme al Gruppo dei Musei d’Ateneo e l’organizzazione di workshop e giornate di studio, manifestazioni notte dei musei e settimane della cultura scientifica nell’ambito del polo museale Sapienza. Ha avviato per il Museo la pubblicazione di una collana dal titolo: “Letture di Georisorse e Ambiente.0