BOFFI ALBERTO

Professore Ordinario 
Settore scientifico disciplinare di riferimento  (BIO/11)
Ateneo Università degli Studi di ROMA "La Sapienza" 
Struttura di afferenza Dipartimento di SCIENZE BIOCHIMICHE "ALESSANDRO ROSSI FANELLI" 
Recapiti Elenco recapiti telefonici
E-Mail Alberto.Boffi@uniroma1.it

Orari di ricevimento

tutti i venerdì ore 14:00 18:00, Dipartimento di Scienze Biochimiche, stanza 208, II° piano

Curriculum

CURRICULUM VITAE
Alberto Boffi si laurea cum laude in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Roma “Sapienza” nel 1985.
Maitre de Conference associee (assistant lecturer) presso Université de Luminy II, Marseille, Francia, nel 1986.
Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel Centro di Studio sulla Biologia Molecolare presso il Dipartimento di Scienze Biochimiche dell’Università “Sapienza” di Roma dal 1991 al 2000.
Professore straordinario di Biologia Molecolare presso la Ia Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Sapienza” di Roma dal novembre 2000. Professore Ordinario confermato dal novembre 2003.
Direttore del Dipartimento di Scienze Biochimiche dal novembre 2015 ad oggi.
ATTIVITA’ ORGANIZZATIVA E DI COORDINAMENTO
L’esperienza di Alberto Boffi riguarda il coordinamento di progetti di ricerca in ambito accademico nonché attività correlate al trasferimento tecnologico di metodologie e conoscenze acquisite nell’ambito della ricerca accademica all’industria del settore delle biotecnologie farmaceutiche e industriali. Di seguito sono riportati i progetti più importanti dei quali Alberto Boffi è stato coordinatore o responsabile di unità sia in ambito accademico sia in cooperazione con partner industriali.
Coordinatore nazionale di progetti di ricerca.
- FIRB 2003, Programma strategico Chimica/farmaceutica dal titolo “Enzimi e catalizzatori organo-metallici per nuove biotrasformazioni e l’ottimizzazione di processi produttivi eco-compatibili”. Il progetto (RBNE034XSV), finanziato dal MIUR con 2,7 milioni di euro, comprende
7 unità partecipanti tra cui 3 Istituti CNR (Istituto di Biochimica delle Proteine, Napoli; Istituto di Biologia e Patologia Molecolari, Roma; Istituto di Chimica del Riconoscimento Molecolare, Roma) ed una grande impresa (ACS Dobfar spa).
- PRIN 2004, Progetto di ricerca dal titolo: “Le emoglobine batteriche, uno strumento versatile per applicazioni biotecnologiche”, (prot. MIUR N° 2004059317) finanziato dal MIUR con 150 k euro, comprendente 4 unità di ricerca universitarie.
- Progetto Bandiera Nanomax 2012, Progetto di ricerca dal titolo “Nanotechnology-based Diagnostics In Neurological diseases and Experimental oncology”, finanziato dal MIUR (prot. AMMCNT CNR N° 0068289) con 592 k euro comprendente 6 Istituti CNR (Istituto di Biologia e Patologia Molecolari, Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare, Istituto di Chimica Biomolecolare, Istituto di Biologia Cellulare e Neurobiologia Istituto di Farmacologia Traslazionale, Istituto di Analisi dei Sistemi ed Informatica).
Promotore/referente di iniziative di trasferimento tecnologico
Promotore e socio fondatore della Società MoLiRom (Molecular Links Rome) s.r.l., una Società spin-off dell’Università di Roma “Sapienza” costituita nel 2009. MoLiRom opera nel settore delle biotecnologie farmaceutiche e industriali e svolge attività di ricerca finalizzata alla realizzazione e commercializzazione di sistemi enzimatici per la sintesi di intermedi per la farmaceutica. La Società è inserita in una rete europea di imprese ed è partecipata dalla Società tedesca Molisa Gmbh (Molecular Links Sachsen Anhalt). Alberto Boffi ricopre attualmente il ruolo di membro del consiglio scientifico della Società nonché Auditor interno per la gestione del Sistema Qualità ISO9001.
Alberto Boffi ha iniziato l'attività di ricerca nel gruppo della Prof. Emilia Chiancone presso il Dipartimento di Scienze Biochimiche dell’Università “Sapienza” di Roma già da studente universitario con lo studio dei rapporti fra struttura e funzione delle proteine della famiglia delle globine. Ha esteso poi questo studio alla comprensione dei meccanismi di regolazione biologica a livello molecolare e del meccanismo d’azione di enzimi redox. Negli ultimi anni ha rivolto sempre maggiore attenzione alle possibili applicazioni dei risultati della ricerca soprattutto nel campo delle biotecnologie farmaceutiche e industriali e, più recentemente, anche della diagnostica biomedica.
I risultati sperimentali, noti e citati nella letteratura internazionale, sono riportati in 124 lavori pubblicati in giornali con comitato di redazione internazionale (fattore di impatto totale superiore a 500, H index = 28); sono stati anche oggetto di numerose relazioni su invito a convegni e simposi nazionali ed internazionali.
Alberto Boffi ha inoltre lavorato allo sviluppo di nuovi enzimi industriali per la chimica fine e farmaceutica in cooperazione con Istituti CNR (IBPM ed IBP) e con imprese del settore. Questa attività lo ha portato ad assumere il ruolo di coordinatore in progetti di ricerca nazionali nel campo delle biotecnologie e della chimica verde. Lo sviluppo di enzimi ricombinanti migliorati con metodi di ingegneria genetica ha permesso infatti di innovare con successo diversi processi industriali come la preparazione dell’acido cefalosporanico dalla cefalosporina C, la produzione di intermedi chirali per la sintesi di farmaci e di composti naturali bioattivi.
Negli ultimi anni, Alberto Boffi ha contribuito allo sviluppo di nuovi sistemi di trasporto mirato di farmaci basati su ferritina umana, ingegnerizzata al fine di veicolare farmaci antitumorali direttamente su cellule tumorali.